Il sospetto: anticamera della veritÓ o catastrofe della fiducia? (18.01.2013)

Giovedì 24 gennaio 2013, alle ore 18.00, l’auditorio dell’Università della Svizzera italiana (campus di Lugano) ospiterà un incontro pubblico dal titolo Il sospetto - anticamera della verità o catastrofe della fiducia?, organizzato dal Laboratorio di Argomentazione nei Contesti della Pubblica Sfera (LACoPS) della Facoltà di scienze della comunicazione dell’USI.

«A sospettare si fa peccato, ma spesso si indovina», recita il malizioso adagio. Il sospetto non è di per sé negativo: esso mette in allerta, stimola la vigilanza critica, attiva l’indagine e lo sforzo investigativo. Mette insomma in guardia contro il rischio della malafede altrui. Ma può avere effetti perversi: pensando male dell’altro gli si nega a priori la fiducia, senza la quale il rapporto e la convivenza diventano difficili e conflittuali. Una possibile soluzione sta nell’argomentazione che, cercando di esplicitare e sostanziare le ragioni del sospetto, gli dà forma e fondamento e nel contempo può evidenziare la debolezza dei suoi supporti.

Intorno a questa tematica si svilupperanno gli interventi dell’incontro di giovedì. Prenderanno la parola: il Prof. Eddo Rigotti e Rudi Palmieri della Facoltà di scienze della comunicazione dell’USI (L’ambiguità del sospetto tra mero presentimento e processo argomentato), il Dott. Graziano Martignoni (Figure della paranoia sociale o della cultura del sospetto?), Stiliano Ordolli dell’Ufficio Federale di polizia (La nozione di sospetto nel sistema svizzero di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo), il Prof. François Degeorge della Facoltà di scienze economiche dell’USI (Forensic Finance: le autopsie finanziarie) e il Procuratore Pubblico Antonio Perugini (Il sospetto: da motivo di indagine a fondamento probabotorio). Seguirà un dibattito aperto al pubblico moderato da Giancarlo Dillena.

L’incontro prenderà lo spunto dalla ricerca sul tema del sospetto applicata in particolare alla finanza e alla lotta al riciclaggio, ma sarà allargato ad un più vasto orizzonte per meglio comprendere il senso, la misura e le molte sfaccettature della nozione di sospetto. 

Maggiori informazioni:  Prof. Andrea Rocci (LACoPS), andrea.rocci@usi.ch, +41 58 666 4791.