Al via il nuovo ciclo dei Mercoledý dell'ISI: “Corpi e corpuscoli” (23.10.2008)

Il prossimo 29 ottobre riprendono i mercoledì dell’ISI, le conferenze aperte al pubblico organizzate dall'Istituto di Studi italiani dell’USI. Tema del ciclo di conferenze è il corpo nella letteratura e nell'arte italiana, colto soprattutto nelle sue manifestazioni minime: frammenti, microscopiche gocce, fessure, piccoli lumi, suoni appena percettibili. Tra il non-so-che e il quasi-nulla (Vladimir Jankélévitch), una domanda comune anima le conferenze proposte: dove avviene il passaggio dal visibile all'invisibile, dal sensibile all'impercettibile, dall'udibile all'inaudito?

Il primo appuntamento dell’anno accademico 2008-2009 vede protagonista Lina Bolzoni con una conferenza dal titolo “Le passioni delle gocce d’acqua: la descrizione della vita delle piccole cose fra Bruno e Campanella”. Mercoledì 29 ottobre, a partire dalle ore 18.00, nell’Auditorio del campus di Lugano, la prof. Bolzoni parlerà di quel momento della storia culturale europea in cui tutto viene messo in discussione dai “nuovi cieli e nuove terre”, dalla scoperta dell’America e dal nuovo sistema cosmologico. In questo contesto risulta interessante vedere come reagiscono due personaggi inquieti, fuori dagli schemi, come Giordano Bruno e Tommaso Campanella, che raggiungono da subito una fama europea e mettono in gioco, insieme al loro pensiero, il proprio destino individuale. In entrambi la nuova visione del mondo comporta una inedita attenzione alle piccole cose: in Giordano Bruno la prospettiva dei mondi infiniti fa saltare ogni gerarchia, per cui l’occhio – e la parola – indugiano sulle “minuzzarie”, su cimici e cagnolini, e sulla sorte dei meloni cresciuti nell’orto; in Tommaso Campanella l’idea che la vita è presente ovunque fa sì che si dia voce ai piaceri e ai dolori anche delle gocce d’acqua, basandosi sull’idea che nei confronti del mondo si deve avere un “gran rispetto”: un’idea che rivela oggi tutta la sua tragica attualità.

Il ciclo prosegue con altri due appuntamenti nel semestre autunnale, cioè con le conferenze di Andrea Celli (19 novembre: «Perché mi scerpi?». Il canto di Pier delle Vigne tra Hegel e De Sanctis) e di Antonella Anedda (17 dicembre: La vita dei dettagli. Fessure), entrambi docenti del Master in Letteratura e civiltà italiana dell’USI.

Dopo la pausa natalizia i mercoledì dell’ISI riprendono nel semestre primaverile con le conferenze di Daniela Mondini (18 febbraio: Reliquie incarnate – Le “Sacre Teste” di Pietro e Paolo a S. Giovanni in Laterano a Roma), Marco Maggi (4 marzo: Il lume di una candela), Jürgen Mähder (1° aprile: Le particelle della musica – La visualizzazione dello spazio sonoro nella musica del secondo Novecento) per terminare con l’intervento di Francisco Jarauta (6 maggio: Frammenti di un’identità dissociata: il ritratto nel Novecento).

Tutti gli appuntamenti hanno luogo nel nuovo Auditorio del Campus di Lugano, con inizio alle 18.00. Il ciclo di conferenze è organizzato con il patrocinio del Consolato generale d’Italia a Lugano e in collaborazione con la Società Dante Alighieri della Svizzera italiana di Lugano.

 

Corpi e corpuscoli
A misura che i corpi dalla vitruviana centralità delle proporzioni umane nell’universo si restringono a più minute forme, e il visibile si riduce agli orli dell’invisibile, la certezza del nostro percepire si attenua. I corpuscoli non paiono più miniature di realtà ma divengono punti di fascino e d’inciampo sul nostro cammino di comprensione, sino a che – come la fisica che non disgiunge, all’ultimo minimo, onda da corpuscolo – non venga una spera-filamento di sole ad illuminarci.

29 ottobre 2008
Lina Bolzoni: Le passioni delle gocce d’acqua: la descrizione della vita delle piccole cose fra Bruno e Campanella

19 novembre 2008
Andrea Celli: «Perché mi scerpi?». Il canto di Pier delle Vigne tra Hegel e De Sanctis

17 dicembre 2008
Antonella Anedda: La vita dei dettagli. Fessure

18 febbraio 2009
Daniela Mondini: Reliquie incarnate – Le “Sacre Teste” di Pietro e Paolo a S. Giovanni in Laterano a Roma

4 marzo 2009
Marco Maggi: Il lume di una candela

1° aprile 2009
Jürgen Mähder: Le particelle della musica – La visualizzazione dello spazio sonoro nella musica del secondo Novecento

6 maggio 2009
Francisco Jarauta: Frammenti di un’identità dissociata: il ritratto nel Novecento

Altre risorse: