Un nuovo Palazzetto del cinema a Locarno: le proposte ecologiche degli studenti dell’Accademia di architettura in esposizione al Festival internazionale del film (04.08.2008)

L’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana, dedica grande attenzione al variegato mondo del cinema. All’interno della propria offerta formativa propone da tempo un percorso – guidato da Marco Müller, già direttore del Festival internazionale del film di Locarno – strutturato in lezioni su una possibile lettura “architettonica” delle opere cinematografiche e in seminari di Production Design. Inoltre, durante l’anno accademico appena concluso, l’Accademia ha organizzato per i suoi studenti del quarto anno un atelier – tenuto dall’architetto Dietrich Schwarz con l’assistenza di Massimo Mobiglia e Andrea Roscetti – dedicato alla progettazione ecologicamente sostenibile di un Palazzetto del cinema. L’esercitazione didattica prevedeva un edificio collocato in prossimità della rotonda di piazza Castello a Locarno, e articolato secondo le esigenze concrete del Festival internazionale del film, dunque provvisto di sale di proiezione, spazi per i forum, gli uffici, la ristorazione.

Domani, martedì 5 agosto alle ore 17:00, una scelta dei progetti più interessanti degli studenti dell’Accademia saranno esposti al pubblico in una mostra accolta dal Festival nell’atrio de l’Altra Sala, che proseguirà per tutta la durata della manifestazione fino al 16 agosto. Durante l’inaugurazione, aperta dal saluto del sindaco di Locarno Carla Speziali, interverranno l’architetto Mario Botta, il presidente del Festival internazionale del film Marco Solari, l’architetto Dietrich Schwarz. Al termine, la Città di Locarno offrirà a tutti i convenuti un rinfresco.

Per informazioni: arch. Massimo Mobiglia, 058 666 6326 / 079 621 8089