Gli eventi pubblici dell’accademia di Mendrisio: da settembre a dicembre 2008 un fitto calendario di appuntamenti con spunti per tutti (29.08.2008)

Tra le varie iniziative che arricchiscono il panorama dell’offerta culturale dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana) spiccano le conferenze pubbliche e le esposizioni, promosse su iniziativa del Direttore dell’Accademia. Tutta una galleria di celebrità à couper le souffle è approdata nel corso degli anni a Mendrisio. Ogni serata attira numerose centinaia di persone con picchi di 1300; l’entusiasmo è confermato anche dalla diffusa “mania” di collezionare gli inviti cartacei prodotti dall’Accademia per promuovere le sue proposte culturali.

Con l’inizio dei corsi riprendono quindi gli appuntamenti pubblici. L’apertura del ciclo, martedì 16 settembre 2008, prevede un duplice evento: una conferenza e l’inaugurazione della mostra Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr. SANAA, ovvero il duo Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa di Tokyo, ha ormai conquistato l’attenzione della critica internazionale. Circolazione fluida, nuove gerarchie spaziali, leggerezza dei materiali (vetro, metallo, tessile) sono i loro punti forti. Fra le ultime realizzazioni dello studio figurano il Museo d’arte contemporanea del 21° secolo a Kanazawa (Giappone), la Zollverein School of Management and Design di Essen (Germania), il New Museum of Contemporary Art di New York e l’edificio amministrativo del Novartis-Campus a Basilea.

Con SANAA, a Mendrisio, ci sarà anche il fotografo Walter Niedermayr (Bolzano), che da anni accompagna il loro lavoro, dando un’interpretazione personale dello spazio architettonico del duo giapponese. Annoverato tra i più rappresentativi fotografi contemporanei, Niedermayr porta avanti la propria ricerca nel campo della percezione e della visione al di fuori di ogni logica puramente documentaria, ottenendo risultati sorprendenti con scatti che talvolta si sovrappongono e confondono, e riuscendo a catturare la luce e l’aria.

Giovedì 9 ottobre 2008 seguirà Anne Lacaton dello studio francese Lacaton & Vassal. Autori della conversione del Palais de Tokyo di Parigi in un centro di creazione contemporanea, recentemente i due architetti si sono aggiudicati il Grand Prix national de l’architecture del Ministero della cultura francese. Il loro atteggiamento prende corpo con la Maison Latapie del 1993 (Floirac, Gironde) che li segnala all’attenzione del mondo dell’architettura ed appare come un vero e proprio laboratorio delle loro convinzioni.

Sarà poi la volta della prima edizione del Premio internazionale d’architettura BSI Swiss Architectural Award: giovedì 13 novembre 2008 il vincitore terrà una conferenza; i lavori dei candidati saranno inoltre presentati al pubblico in un’esposizione allestita presso la Galleria dell’Accademia. Il Premio – promosso dalla BSI Architectural Foundation, con il patrocinio dell’Ufficio Federale della Cultura a Berna e dell’Accademia di architettura di Mendrisio – è attribuito ad architetti di età non superiore ai 50 anni, senza distinzione di nazionalità, “che hanno offerto un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea, dimostrando una particolare sensibilità al contesto paesaggistico ed ambientale”.

In una Scuola come l’Accademia, dove assumono particolare visibilità la presenza e l’importanza d’insegnamenti umanistici, intervengono spesso anche intellettuali e studiosi di ambiti affini all’architettura: quest’anno toccherà a Werner Oechslin e Hans Ulrich Gumbrecht.

Werner Oechslin, ospite dell’Accademia giovedì 23 ottobre 2008, è professore di storia dell’arte e dell’architettura al Politecnico di Zurigo e fondatore della “Stiftung Bibliothek Werner Oechslin” di Einsiedeln, nel Cantone Svitto, che custodisce la sua preziosissima collezione privata di testi di architettura (dal 1500 ad oggi). Oechslin parlerà delle biblioteche d’architettura, del mestiere del bibliotecario e della figura del collezionista. La serata è un omaggio a Sergio Steffen, responsabile della Biblioteca dell’Accademia, improvvisamente scomparso nel mese d’aprile 2008.

Chiuderà la rassegna giovedì 11 dicembre 2008 Hans Ulrich Gumbrecht, professore dei Dipartimenti di Letteratura comparata, Francese ed Italiano, Spagnolo e Portoghese della celebre Stanford University. Studioso originale ed apprezzato, Gumbrecht conduce ricerche in particolare sulla letteratura dell’Argentina e del Brasile del XIX e XX secolo, nonché sull’estetica delle masse e dello sport. All’Accademia il relatore parlerà di Brasilia, realtà che conosce bene e dove compie frequentemente lunghi soggiorni.

Gli eventi pubblici proseguiranno, come di consueto, nel corso della primavera 2009. Anche grazie ad iniziative di questo tipo, divenute ormai un appuntamento fisso, il dibattito intorno all’architettura a Mendrisio si mantiene vivo e fertile.

ACCADEMIA DI ARCHITETTURA DI MENDRISIO
CONFERENZE ED ESPOSIZIONI SETTEMBRE-DICEMBRE 2008

  • Martedì 16.9.2008, ore 19.30
    Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr
    Conferenza di Ryue Nishizawa ed inaugurazione della mostra (aperta fino a domenica 2.11.2008)
  • Giovedì 9.10.2008, ore 20.00
    Anne Lacaton
    Conferenza
  • Giovedì 23.10.2008, ore 20.00
    Werner Oechslin
    Conferenza
  • Giovedì 13.11.2008, ore 18.30
    BSI Swiss Architectural Award
    Conferenza del vincitore ed inaugurazione della mostra con i lavori dei candidati (aperta fino a domenica 8.2.2009)
  • Giovedì 11.12.2008, ore 20.00
    Hans Ulrich Gumbrecht
    Conferenza
Conferenze: Aula Magna, Palazzo Canavée, Via Canavée 5, 6850 Mendrisio, Svizzera.


Esposizioni: Galleria dell’Accademia, Palazzo Canavée, martedì – domenica, 13.00 – 18.00, ingresso libero.

Informazioni: Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio Tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: amanda.prada@usi.ch