Vicenda umana e storia del clima nella conferenza di Luca Bonardi (10.04.2008)

Martedì 15 aprile 2008 prende avvio il ciclo di conferenze Una finestra sul tempo. Sguardi sulla storia del clima promosso dal LabiSAlp, il Laboratorio di Storia delle Alpi dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana). È proprio il caso di dirlo: il Laboratorio apre una finestra come occasione di confronto, di riflessione, di dibattito su di una tematica assolutamente d’attualità come quella del clima e dei suoi mutamenti. È d’altronde la vicenda umana ad essere intrecciata con quella naturale; è quindi una storia, quella dell’uomo, che si apre, anch’essa, come la finestra del titolo della rassegna, al vasto pubblico – non solo agli specialisti e studiosi del tema.

Di clima, di montagne, dell’uomo con la sua storia di successi e lotte con la natura parlerà il primo invitato del LabiSAlp, Luca Bonardi, ricercatore presso l’Istituto di Geografia Umana dell’Università degli Studi di Milano.

La storia del clima appare fondamentale al giorno d’oggi, addirittura necessaria. Evidente quindi è l’interesse nel ricostruire il clima (i climi) del passato.

Passato, ma senz’altro anche presente e futuro (gli scenari, le potenzialità, le sfide) saranno evocati da Bonardi nella sua lezione pubblica dal titolo Clima e storia delle Alpi nell’ultimo millennio. Gli argomenti non mancheranno tra meteorologia, clima, montagne, ghiacciai, idrologia, rischi naturali, ma anche paesaggio culturale, valori identitari, turismo: tutti significati che potranno essere messi in luce dal relatore.

Luca Bonardi, ricercatore presso l’Istituto di Geografia Umana dell’Università degli Studi di Milano, è anche responsabile scientifico del Servizio Glaciologico Lombardo e membro della commissione scientifica della rivista Terra glacialis.

La sua attività di ricerca si concentra sui problemi del glacialismo alpino, sullo sviluppo storico dell’area alpina e sulla storia del clima e dei rischi naturali. Le relazioni tra l’uomo ed il suo ambiente, come pure le conseguenze dei cambiamenti climatici per l’umanità, sono pure temi d’interesse per Bonardi, che partecipa a numerosi programmi di ricerca italiani ed europei in relazione ai problemi del paesaggio alpino e dello sviluppo territoriale delle Alpi.

Autore di numerosi studi sulla storia del clima delle Alpi italiane, nel 2001 Bonardi ha pubblicato Livigno villaggio immobile. Uomini e ambienti di una valle alpina, mentre nel 2004 ha dato alle stampe Che tempo faceva? Variazioni del clima e conseguenze sul popolamento umano. Fonti, metodologie e prospettive.

La conferenza di Luca Bonardi Clima e storia delle Alpi nell’ultimo millennio si terrà martedì 15 aprile 2008 alle ore 20.00 presso l’Università della Svizzera italiana a Lugano (Via Giuseppe Buffi 13, Sala A11). L’ingresso è libero.

Il ciclo di conferenze, curato dal LabiSAlp in collaborazione con GEA associazione dei geografi, proseguirà nei mesi di aprile e maggio con altri illustri ospiti: Luca Mercalli  (venerdì 25 aprile 2008), Martine Rebetez (lunedì 5 maggio 2008) ed Emmanuel Le Roy Ladurie (mercoledì 21 maggio 2008).

Informazioni:
Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio Tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: amanda.prada@usi.ch