Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr, creatività a confronto: conferenza e mostra all’Accademia di Mendrisio (08.09.2008)

Non è la prima volta che un architetto giapponese sbarca all’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana). Toyo Ito e Tadao Ando, due pionieri dell’architettura nipponica, sono stati ospiti dell’Accademia in passato, il primo nel 2004, il secondo nel 2006. È ora la volta di SANAA, studio che riunisce la creatività di due rappresentanti di punta della cultura progettuale odierna, Kazuyo Sejima (agli inizi della sua carriera ha collaborato proprio con Toyo Ito) e Ryue Nishizawa – il duo ha firmato alcune fra le più innovative opere architettoniche del nostro tempo.

A Mendrisio il genio di Sejima e Nishizawa incontra quello di Walter Niedermayr, tra le più rappresentative personalità artistiche internazionali nell’ambito della fotografia contemporanea. L’evento, che dà il via al ciclo di incontri pubblici dell’Accademia, è previsto per martedì 16 settembre 2008 con inizio alle ore 19.30. In programma una conferenza di Nishizawa e l’inaugurazione della mostra Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr, aperta sino a domenica 2 novembre 2008.

Kazuyo Sejima (nata nel 1956 nella Prefettura di Ibaraki) e Ryue Nishizawa (1966, Tokyo) hanno conquistato l’attenzione della critica internazionale grazie ad un’architettura “rarefatta”, contraddistinta da una circolazione fluida, nuove gerarchie spaziali, volumi eterei e leggerezza dei materiali (vetro, metallo, tessile). Non stupisce quindi un’affermazione del duo: “We have always been attracted by this ambivalence between something and nothing, by this floating of materials and space” (Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa).

SANAA vanta realizzazioni in Giappone ma anche nel resto del mondo, in America ed Europa; fra le opere più note ricordiamo il Dior Building nel quartiere Omotesando di Tokyo, il Museo d’arte contemporanea del 21° secolo a Kanazawa (Giappone), il Glass Pavilion at the Toledo Museum of Art nell’Ohio (Stati Uniti), il New Museum of Contemporary Art di New York, la Scuola di Management e Design Zollverein a Essen (Germania) e l’edificio amministrativo del Novartis-Campus a Basilea. Sempre in Svizzera è attualmente in fase di realizzazione il Learning Center del Politecnico federale di Losanna.

Il mondo accademico non è sconosciuto ai due architetti; entrambi insegnano in Giappone, mentre in passato sono stati invitati a Harvard, Princeton e Losanna. Numerosi i riconoscimenti loro conferiti nel corso degli anni, come l’Arnold W. Brunner Memorial Prize in Architecture dell’American Academy of Arts & Letters di New York, nel 2002, ed il Leone d’oro assegnato nell’ambito della mostra Metamorph, in occasione della Biennale di Venezia del 2004 (9a Mostra internazionale di architettura).

Walter Niedermayr (1952, Bolzano) è un artista che porta avanti da anni la propria ricerca nel campo della percezione e della visione al di fuori di ogni logica puramente documentaria. Famosi i suoi progetti Alpine Landschaften, Raumfolgen, Bildraum, Rohbauten e Artefakte esposti in tutto il mondo, da Stoccolma a New York a Yokohama. Dagli scenari alpini fatti di neve e ghiaccio agli spazi architettonici ed urbani, Niedermayr fornisce sempre un’interpretazione personale dei luoghi, dai risultati sorprendenti. Le sue opere sono vedute d’insieme composte da scatti sequenziali che talvolta si sovrappongono o si confondono.

Da dieci anni Niedermayr accompagna il lavoro di SANAA fotografando le loro realizzazioni in Giappone e nel resto del mondo; la consolidata collaborazione fra il fotografo e gli architetti attesta la reciproca ammirazione.

Dopo Anversa, Bordeaux e Innsbruck, l’esposizione Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr, a cura di Moritz Küng, responsabile delle mostre presso il centro deSingel di Anversa, approda a Mendrisio in una nuova veste.

Come sottolinea il curatore, la specificità dell’opera di SANAA – quindi la riduzione purista, la trasparenza, il dialogo delle tonalità chiare e le sovrapposizioni orizzontali e verticali degli strati – si ritrova perfettamente nelle fotografie, grandi dittici e trittici, di Niedermayr, che sa catturare il senso effimero delle architetture, la luce bianca, la trasparenza.

Il fotografo altoatesino mostra deliberatamente l’oggetto architettonico da due o più punti di vista nello stesso momento, evidenziando il fatto che l’architettura può essere percepita soltanto attraverso il movimento, camminando intorno o attraverso una costruzione. Delle sue fotografie Niedermayr dice, infatti: “l’immagine unica sottolinea l’aspetto statico, l’immagine multipla l’aspetto dinamico”.

Sejima e Nishizawa incorniciano la presentazione fotografica della loro opera con interventi leggeri, tramite piante e mobili da loro disegnati, agendo sullo spazio della Galleria che accoglie la mostra. Architetti e fotografo omettono deliberatamente i contenuti tradizionali di una mostra d’architettura, come schizzi, disegni e plastici. Fotografie, proiezioni ed arredo evocano così le visioni ed i concetti del duo giapponese e dell’artista di Bolzano, permettendo al visitatore di entrare nel loro mondo in maniera non convenzionale.

L’esposizione è prodotta da deSingel, international arts campus (Anversa), in collaborazione con arc en rêve, centre d’architecture (Bordeaux), aut. architektur und tirol (Innsbruck) e l’Accademia di architettura di Mendrisio.

Si ringraziano anche: Galleria Suzy Shammah (Milano), Driade (Fossadello di Caorso), Collection Fonds régional d’art contemporain du Centre (Orléans), Museo Alessi (Crusinallo di Omegna) per il loro contributo alla realizzazione della mostra.

Accompagna l’esposizione il catalogo Walter Niedermayr & Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA a cura di Moritz Küng, Stoccarda 2007 (inglese/tedesco).

Martedì 16 settembre 2008 alle ore 19.30 Ryue Nishizawa dello studio SANAA terrà una conferenza (in lingua inglese) nell’Aula Magna dell’Accademia di architettura (Palazzo Canavée, Via Canavée 5, 6850 Mendrisio, Svizzera). L’ingresso in sala è possibile sino ad esaurimento dei posti; nella hall di Palazzo Canavée sarà inoltre allestita una postazione video.

Seguirà l’inaugurazione dell’esposizione
Kazuyo Sejima + Ryue Nishizawa / SANAA & Walter Niedermayr alla presenza dell’architetto Nishizawa, del fotografo Niedermayr e del Direttore dell’Accademia, Valentin Bearth. Un aperitivo sarà offerto ai presenti.

La mostra resterà aperta sino a domenica 2 novembre 2008 presso la Galleria dell’Accademia (pianterreno Palazzo Canavée). Potrà essere visitata dal martedì alla domenica dalle ore 13.00 alle 18.00. Ingresso libero

Informazioni:

Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio Tel. +41 58 666 58 69, amanda.prada@usi.ch