Le previsioni del tempo di Luca Mercalli (18.04.2008)

Prosegue il ciclo di conferenze pubbliche Una finestra sul tempo. Sguardi sulla storia del clima promosso dal LabiSAlp, il Laboratorio di Storia delle Alpi dell’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana). Il secondo appuntamento è previsto per venerdì 25 aprile 2008 alle ore 20.00 con Luca Mercalli a Lugano.

Mercalli, noto al grande pubblico per le sue brillanti partecipazioni televisive, per esempio nella trasmissione Che tempo che fa a fianco di Fabio Fazio, è un climatologo che si occupa principalmente di ricerca, insegnamento e divulgazione nel settore dei cambiamenti climatici. Dopo un periodo di servizio presso l’Ufficio Agrometeorologico della Regione Piemonte, Mercalli ha assunto la presidenza della Società Meteorologica Italiana, la maggiore associazione nazionale del settore delle scienze dell’atmosfera (fondata nel 1865). Le Alpi sono il suo territorio più studiato ed amato.

Negli ultimi anni la questione del mutamento climatico è emersa tra le più importanti della ricerca scientifica, del dibattito politico e della divulgazione mediatica. Soprattutto, si è posto il problema del ruolo svolto dall’uomo nel determinare tale cambiamento e dell’agire necessario a porvi rimedio. Il ciclo di conferenze Una finestra sul tempo. Sguardi sulla storia del clima cerca di fornire alcuni spunti al vasto pubblico (non solo agli addetti ai lavori) su di un tema così dibattuto e d’attualità.

Luca Mercalli, ospite del LabiSAlp venerdì 25 aprile 2008, ha fondato e dirige dal 1993 la rivista di meteorologia Nimbus, è autore di pubblicazioni scientifiche, di 800 articoli e scrive regolarmente per La Repubblica concui collabora dal 1991. Ha condotto 700 conferenze, in Italia ed all’estero, ed interventi televisivi, fra cui TGR Montagne (RaiDue).

Mercalli svolge incarichi di docenza in climatologia e glaciologia per varie università e tiene corsi di specializzazione e formazione professionale. È responsabile dell’Osservatorio Meteorologico del Real Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, fondato nel 1865. Nel 2003 ha coordinato l’edizione dell’Atlante climatico della Valle d’Aosta. Nel 2004, con prefazione di Fabio Fazio, ha pubblicato I tempi sono maturi – squarci di sereno tra le nebbie dei luoghi comuni e dei pregiudizi atmosferici. Del 2004 è il volume-denuncia Le mucche non mangiano cemento contro la cementificazione del territorio e del 2005 la monografia Climi, acque e ghiacciai tra Gran Paradiso e Canavese.

Mercalli abita in Val di Susa, si scalda con legna e pannelli solari e coltiva l’orto. È inoltre un pioniere di nuove pratiche di abitazione ecologica, le Eco House.

La conferenza di Luca Mercalli Variazioni climatiche oloceniche nelle Alpi si terrà venerdì 25 aprile 2008 alle ore 20.00 presso l’Università della Svizzera italiana a Lugano (Via Giuseppe Buffi 13, Auditorio). L’ingresso è libero.

Il ciclo di conferenze è curato dal LabiSAlp in collaborazione con GEA associazione dei geografi.

Informazioni:
Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio Tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: amanda.prada@usi.ch