Cinema e architettura a braccetto a Mendrisio (01.12.2006)

All’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana riprendono anche quest’anno il corso di Forme, generi e tecniche del cinema e le proiezioni pubbliche con il commento di Marco Müller. Si annunciano inoltre ospiti celebri del mondo della scenografia e del cinema in arrivo a Mendrisio a partire dall’inizio del 2007.

Prosegue pertanto la collaborazione avviata nel 2002 fra l’attuale Direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia e l’ateneo di Mendrisio.

Nel corso degli anni, Müller ha proposto nuovi elementi di riflessione sulla dimensione spaziale del cinema non solamente agli studenti dell’Accademia che frequentano le sue lezioni, ma anche al vasto pubblico, invitato a assistere alle proiezioni serali. Dopo Il cinema moderno: storia delle forme, titolo del primo corso, dopo Le andate e ritorno dei figlioli prodighi, dopo Architettura dell’immagine e paesaggio nel cinema, già dallo scorso anno Müller ha avviato un’analisi de Il Mondo in Nero: scelta, trasformazione e invenzione dello spazio nel film noir, concentrandosi sulle analogie nella produzione creativa che si riscontrano alla base del cinema e dell’architettura. Müller dimostrerà così come il cinema noir classico sia riuscito a reinventare lo spazio urbano, svelando altresì la relazione tra intenzionalità architettonica e intenzionalità filmica.

A complemento delle lezioni, saranno commentate e presentate nelle serate di mercoledì otto proiezioni:

  • 6 dicembre 2006, ore 20: Alphaville (Jean-Luc Godard, 1965, 99')
  • 13 dicembre 2006, ore 20: The Long Goodbye (Robert Altman, 1973, 112')
  • 20 dicembre 2006, ore 20: Taxi Driver (Martin Scorsese, 1976, 113')
  • 10 gennaio 2007, ore 20: Hammett (Wim Wenders, 1982, 97')
  • 17 gennaio 2007, ore 20: Pulp Fiction (Quentin Tarantino, 1994, 168')
  • 24 gennaio 2007, ore 19.30: Kiss of Death (Henry Hathaway, 1947, 98') e l’altro Kiss of Death (Barbet Schroeder, 1995, 191')
  • 31 gennaio 2007, ore 20: Mulholland Drive (David Lynch, 2001, 145')

Le proiezioni serali sono aperte al pubblico. Iniziano alle ore 20 (fatta eccezione per la serata del 24 gennaio 2007 che prende avvio alle ore 19.30), terminano alle ore 22.30 circa e si tengono nell’Aula Magna al pianterreno del Palazzo Canavée. L’ingresso è gratuito.

A partire da gennaio 2007 la cattedra di Cinema inaugura inoltre un ciclo di studi in Production Design che accoglierà numerosi ospiti illustri del mondo del cinema e della scenografia: primo fra tutti Dante Ferretti, collaboratore di Fellini, Pasolini, Scorsese, De Palma (The Black Dahlia, The Aviator, Gangs of New York, Kundun, The Age of Innocence, Il nome della Rosa, Ginger e Fred, E la Nave va, Il Fiore delle mille e una notte).

Ferretti sarà a Mendrisio dal 12 al 14 gennaio 2007 per un incontro pubblico e per dirigere un workshop in scenografia e arredamento del set con Francesca Lo Schiavo. La serata pubblica avrà luogo venerdì 12 gennaio 2007 a partire dalle ore 18.30 mentre il workshop, pure aperto a tutti gli interessati, si terrà sabato 13 (ore 9-12 e ore 14-17) e domenica 14 (ore 9-12).

Per le iscrizioni al workshop con Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo e agli altri laboratori del modulo in Production Design, contattare:

Ottavia Boni, Ricezione/Segreteria amministrativa, Accademia di architettura di Mendrisio, centralino: +41 58 666 50 00, tel.: +41 58 666 58 90, e-mail: oboni@usi.ch

Informazioni:

  • Cecilia Liveriero Lavelli, Maître-assistante di Marco Müller, Accademia di architettura di Mendrisio, tel.: +41 58 666 57 64, cellulare: +41 76 538 81 48 o +39 335 664 95 19, e-mail: cliveriero@usi.ch
  • Amanda Prada, Responsabile comunicazione e conferenze, Accademia di architettura di Mendrisio, tel.: +41 58 666 58 69, e-mail: aprada@usi.ch