Start-up ticinese agli onori a livello nazionale (29.06.2011)

La Fondazione W.A. De Vigier premia la Vissee Sagl di Nicola Rohrseitz e Valeria Mozzetti

Selezionati tra un centinaio di concorrenti e premiati con 100'000 CHF: è successo a Nicola Rohrseitz e Valeria Mozzetti, i promotori del progetto innovativo Vissee (in inglese “we see”, “noi vediamo”), che oggi mercoledì 29 giugno hanno ricevuto a Soletta il premio dalle mani di Moritz Suter, Presidente della prestigiosa Fondazione W.A. De Vigier.

Il progetto promosso dai due giovani ticinesi è stato sviluppato all’interno dell’”Incubatore d’impresa” del Centro Promozione Start-up di Lugano (CP Start-up), costituito nel 2004 dalla Fondazione per le Facoltà di Lugano dell’Università della Svizzera Italiana, nell’intento di promuovere e sostenere progetti imprenditoriali innovativi.

È dal 1987 che la Fondazione W.A. De Vigier premia annualmente con 100'000.- CHF ciascuno da tre a cinque nuovi progetti imprenditoriali svizzeri, selezionati dal Consiglio di Fondazione in funzione del loro carattere innovativo, del loro concreto interesse per la società, della loro realizzabilità effettiva tecnica e finanziaria, nonché del loro potenziale commerciale e nella creazione di nuovi impieghi.

Nato da ricerche sul cervello della mosca Drosofila (più comunemente conosciuta come il moscerino della frutta), il progetto Vissee ambisce a rivoluzionare l'interazione con i computer per mezzo di videocamere. Al posto di semplicemente raccogliere le immagini, le piccole videocamere intelligenti concepite dalla Vissee ne analizzano il contenuto ed estraggono informazioni utili alla situazione contingente; si va dalla misura della velocità per le auto in slittamento, alla caratterizzazione della camminata nella riabilitazione motoria, fino al controllo di videogiochi tramite movimenti del corpo. L'interesse per il lavoro del Dott. Rohrseitz e della Dott.ssa Mozzetti si è fatto sentire fino in Silicon Valley, il fulcro mondiale delle nuove tecnologie, dove grosse aziende hanno espresso la volontà di lavorare con la start-up ticinese.

Il riconoscimento del valore attribuito al progetto Vissee è un’ulteriore conferma dell’efficacia del lavoro svolto dal CP Start-up. Il Centro è infatti riuscito a convincere a rientrare in Ticino i due giovani laureati oggi agli onori, che hanno conseguito il dottorato presso il Politecnico federale di Zurigo e sono ospitati dal 2009 nell’”Incubatore d’impresa” situato nel campus di Lugano dell’USI dove, debitamente seguiti e sostenuti, stanno gradualmente sviluppando il loro progetto.

È anche importante ricordare che al progetto Vissee era stato attribuito nel 2009 il “Premio per la miglior idea imprenditoriale del Cantone Ticino”, premio istituito per la prima volta proprio quell’anno dal CP Start-up con il sostegno di BSI; nel 2010 Vissee era pure stata selezionata tra le dieci migliori idee aziendali  svizzere nell’ambito dell’iniziativa “Venture 2010”, promossa dalla società Mc Kinsey in collaborazione con il Politecnico di Zurigo e l’Agenzia federale per la promozione dell’innovazione (KTI/CTI).