Riprendono gli incontri del ciclo "Qui ed Ora": l'intelletto della mano nell’arte e nell’architettura (23.02.2012)

Dopo il successo dei primi tre incontri, con l’inizio del semestre primaverile riprendono gli appuntamenti della seconda edizione del ciclo Qui e ora. Accedere al presente attraverso la letteratura e le arti. Le prossime lezioni saranno tenute dall’arch. Mario Botta, dal prof. Arduino Cantàfora e dal prof. Victor Stoichita.

In ogni lingua e tempo, non basta "saper vedere", bisogna anche saper governare i propri movimenti. Il linguaggio della mano e dei cenni ci pone in società e ci rivela anche più della parola. La mano dell'homo faber edifica, scrive, scatta fotografie, dipinge, traccia segni, per far sì che il presente dia corpo anche al futuro, raccontando la storia e le storie degli uomini che sono qui ed ora a coloro che verranno dopo di loro.

Dopo aver esplorato l’ambito della fotografia (Giorgia Fiorio) e della letteratura (proff. Carlo Ossola e Corrado Bologna), il percorso di riflessione intorno al tema Toccar con mano continua nel mese di marzo con tre lezioni dedicate all'abilità "tutt'occhi" della mano nell'arte e nell'architettura. Il primo appuntamento vedrà protagonista l’arch. e Direttore dell’Accademia di architettura Mario Botta, che venerdì 2 marzo terrà una conferenza dal titolo Homo faber. La settimana successiva, venerdì 9 marzo, seguirà la lezione Tracciar segni con la mano con il prof. Arduino Cantàfora. Venerdì 23 marzo il prof. Victor Stoichita chiuderà la seconda edizione del ciclo con Il pollice dell’artista.

Qui e ora. Accedere al presente attraverso la letteratura e le arti, promosso dall'Istituto di Studi Italiani in collaborazione con il Dicastero Giovani ed Eventi della città di Lugano, è principalmente indirizzato ai giovani che seguono il programma di orientamento professionale organizzato dal Dicastero, ma l’invito alle conferenze è esteso a tutto il pubblico interessato.

Tutti gli incontri si tengono alle 16.00 nell’auditorio del campus di Lugano.

Maggiori informazioni sulle prossime lezioni: