Il paese dell’abbondanza: l’India e le sue arti (02.03.2012)

Ricordiamo che martedì 6 marzo prenderà il via Altr’Arti, il ciclo di incontri che offrirà a tutti gli interessati l’opportunità di approfondire la propria conoscenza dell’India e delle sue arti. Il primo appuntamento è per martedì 6 marzo alle 18.30 (Auditorium, campus di Lugano) con la conferenza dal titolo Prologo. Il paese dell’abbondanza: l’India e le sue arti. L’incontro vedrà protagonista Giulia R.M. Bellentani, antropologa e specialista di arte e cultura dell’India, nonché collaboratrice scientifica del Museo delle Culture.

La relatrice spiegherà come nei secoli l’Occidente si sia nutrito di India soprattutto attraverso i suoi testi filosofici e le sue pratiche religiose. L’arte indiana, con la sua opulenza visiva e i canoni estetici così distanti, è rimasta più ai margini, forse per la difficoltà occidentale ad armonizzare i principi meditativi delle filosofie dell’India con tale ricchezza di forme e ostentata sensualità. Comprendere le arti dell’India significa addentrarsi in un mondo in cui regnano la figurazione, il carattere simbolico e il legame indissolubile con l’ordine divino e in cui convivono un’arte colta e canonizzata, appannaggio di gruppi sociali ben definiti, e un’arte popolare e tribale, tutta da scoprire, spesso declinata al femminile.

Maggiori informazioni su tutto gli ciclo di incontri, alcune immagini e le relative didascalie sono disponibili all’indirizzo http://www.press.usi.ch/comunicati-stampa/comunicato-stampa.htm?id=900.

__

Altr’Arti è il ciclo primaverile di incontri d’arte proposto dal 2006 dalla Società Ticinese di Belle Arti (STBA), che offre uno sguardo sull’arte delle cosiddette culture extra-europee, in un confronto utile anche alla comprensione dei linguaggi artistici dell’Occidente e dell’arte contemporanea in generale. Dal 2010 e fino al 2014, il ciclo si sofferma sulle grandi civiltà dell’Oriente. Dopo il Giappone e la Cina, è ora la volta dell'India, la cui arte, per le sue caratteristiche estetiche e ideologiche, nel corso dei secoli si è diffusa in Occidente in maniera assai diversa rispetto all'arte tradizionale giapponese e cinese. Il programma di Altr’Arti è sviluppato con la collaborazione scientifica del Museo delle Culture e del Museo Cantonale d’Arte ed è presentato nell’ambito dell’iniziativa C@USI. Incontri culturali all’USI, promossa dal TEC-Lab, Facoltà di scienze della comunicazione, USI.

La quota di partecipazione alle 5 conferenze del ciclo è di: Fr. 10.– per serata per i soci STBA; Fr. 12.– per serata per i non soci. Gratuito per studenti e disoccupati.

 

Contatti

Cristina Elia e Giovanni Zavaritt
Università della Svizzera italiana
Tel +41 (0)58.666.47.92
e-mail: press@usi.ch

Benedetta Giorgi Pompilio
Museo Cantonale d’Arte, Lugano
Tel. +41 (0)91.910.47.87
Cell +41 (0)76.384.65.35
e-mail: benedetta.giorgi@ti.ch

Anna Poletti
Dicastero Attività Culturali
Tel. +41 (0)58.866.72.16
e-mail: info.lac@lugano.ch