Forme di dialogo interculturale: incontri italo-tedeschi (25.04.2005)

Nell’ambito del corso Cultura dei paesi di lingua tedesca la Facoltà di scienze della comunicazione organizza nel semestre estivo un ciclo di conferenze pubbliche dedicate al dialogo fra cultura italiana e tedesca. Le conferenze in lingua tedesca si terranno ogni giovedì alle 17.30 nell’aula A21 del Campus di Lugano. L’entrata è libera.

28 aprile 2005: Dante Andrea Franzetti, Die Portfolio-Identität: Vortrag und Lesung

Dante Andrea Franzetti, nato a Zurigo nel 1959, bilingue, ha studiato germanistica, letteratura italiana e sociologia. Ha lavorato come giornalista alla radio a Zurigo e Lugano e come corrispondente dall’Italia a Roma. Per le sue opere letterarie ha ricevuto molti riconoscimenti, in particolare il Premio “Adelbert von Chamisso”. Pubblicazioni scelte: Der Grossvater (1985); Cosimo und Hamlet (1987); Das Funkhaus (1993); Die Sardinennacht (1996); Liebeslügen (1996); Curriculum eines Grabräubers (2000).

12 maggio 2005: prof. dr. Clà Riatsch, Mitmensch und Co-Uomo: Deutsch und Deutsches in italienischen Texten der Nachkriegszeit

Il prof. dr. Clà Riatsch, 1956, insegna lingua e letteratura romancia all’Università di Zurigo. Pubblicazioni scelte: “Pipina felix” Pluridiscorsività e metalinguistica ne “L’Adalgisa di C.E. Gadda (1986); Mehrsprachigkeit und Sprachmischung in der neueren bündnerromanischen Literatur (1998); Diesseits und jenseits des Stereotyps: Deutsch und Deutsches in Texten aus der italienischen Schweiz (in stampa).

19 maggio 2005, Franco Biondi, Der Unterschied bleibt La differenza permane

Franco Biondi è nato a Forlì nel 1947. Dal 1965 vive in Germania. Nei suoi testi Biondi si confronta con il tema dell’integrazione degli emigranti nella società tedesca. Ha ricevuto molteplici riconoscimenti per la sua opera letteraria, fra i quali si può menzionare il premio “Adelbert von Chamisso”. Pubblicazioni scelte: Abschied der zerschellten Jahre (1984); Die Tarantel (1985); Die Tinte und das Papier (1999); Der Stau (2001); Ode an die Fremde (2001); In deutschen Küchen (2001).

2 giugno 2005, Stephan Oswald, Von Tegel nach Rom und wieder zurück: Wilhelm von Humboldt in Italien

Stephan Oswald, 1950, è professore associato di lingua tedesca e traduzione all’Università degli Studi di Parma. Pubblicazioni scelte: Italienbilder. Beiträge zur Wandlung der deutschen Italienauffassung 1770-1840 (1985); La Natio Germanica. Cinquecento anni di vita studentesca tedesca a Bologna (1996); Qui scrive Berlino. Un’antologia di oggi, Zweisprachige Ausgabe der Anthologie Hier schreibt Berlin von 1929 (2004). Diverse traduzioni dall’italiano, tra cui D. Buzzati, Die Tatarenwüste (1990) e G. Soavi, Alberto Giacometti. Der Traum von einem Kopf (2000).

Informazioni:

Dr. Rainer Guldin, Facoltà di scienze della comunicazione, USI, Lugano, rainer.guldin@usi.ch