Repubblicanesimo e pensiero meridiano, per una alternativa di cittadinanza (19.10.2009)

Discutere un modello alternativo di cittadinanza, che riscopra la coscienza civica, l'amore per la città, il senso dei luoghi e del tempo, oltre che la dimensione del dovere e del legame sociale. Temi fondamentali per riappropriarsi del significato della partecipazione politica.

Questo è l'obiettivo del convegno che si terrà sul Campus di Lugano dal 29 al 31 ottobre, organizzato dall'Istituto Studi Mediterranei della Facoltà di scienze della comunicazione, intitolato "Ethos repubblicano e pensiero meridiano". Lo scopo del convegno - gratuito e aperto al pubblico - è infatti  l'avvio di un dialogo nuovo tra un «pensiero del Nord» e un «pensiero del Sud» - un pensiero europeo "repubblicano" e un pensiero mediterraneo "meridiano"- due tradizioni distinte che finora non hanno ancora dialogato esplicitamente. Da una parte si presenta la riflessione sulla libertà, le virtù civili e il concetto di cittadinanza a partire dalla dimensione del dovere; dall'altra il dovere viene posto alla base del legame sociale e del senso dei luoghi.

Il convegno,organizzato in collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Pisa, vedrà confrontarsi studiosi di chiara fama e giovani ricercatori. L'argomento sarà affrontato in una prospettiva interdisciplinare, attraverso i contributi di letterati, politologi, esperti di sociologia e psicologia, architetti.